Informazioni commerciali · 06 90256007 Informazioni · 06 660551
Factoring
Gruppo

FACTORING

Factoring Factoring

FACTORING

Con il decreto del MEF N.53 del 2 Aprile 2015 sono state autorizzate all'acquisto di crediti le società in possesso della licenza di recupero crediti (ex. art. 115 T.U.L.P.S.).

Abbiamo pertanto sviluppato un progetto realizzato grazie all'esperienza acquisita sul mercato che ci ha permesso di verificare quali siano in concreto le esigenze di tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione, per una gestione totale ed efficace del ciclo del credito.

E' apparso evidente che al termine anche del più sofisticato ed efficiente processo di recupero rimangono dei crediti effettivamente inesigibili, che concorrono a formare il reddito imponibile dell'azienda, e che l'imprenditore ha il diritto/dovere di eliminare dal bilancio, ottenendo un beneficio economico – fiscale, ed ottemperando nel contempo all'obbligo di presentare un bilancio veritiero e trasparente.

La ns. società è in grado di gestire rapidamente e nel pieno rispetto delle norme di legge tutta la procedura della cessione, utilizzando qualsiasi tipo di supporto informatico o cartaceo, predisponendo se necessario formule contrattuali personalizzate. Provvederemo poi direttamente ed in proprio, attraverso la Serfin 97, società appartenente allo stesso gruppo imprenditoriale, al recupero delle somme cedute. Si eviteranno così ulteriori vendite dello stesso pacchetto ad altre società finanziarie, escludendo pericolosi passaggi di mano dei Vs. debitori e salvaguardando di conseguenza l'immagine della Vs. azienda sul mercato, grazie alla professionalità ed alla competenza acquisita dai ns. operatori nel recupero dei crediti di qualsiasi natura.

Quando il contratto di cessione viene perfezionato, il cedente è tenuto ad eliminare i crediti ceduti dal proprio bilancio. Per ottenere la deducibilità fiscale dei crediti ceduti è fatto comunque obbligo al cedente di rispettare le norme antielusive: conseguentemente possono essere ceduti crediti realmente esistenti, e generati solo da attività facenti parte dello statuto del cedente; la cessione è vietata tra società dello stesso gruppo. E' altresì importante allo stesso fine dimostrare, attraverso apposita valutazione svolta da soggetti specializzati, l'esistenza di valide ragioni economiche per la cessione (es. antieconomicità dell'azione di recupero), o l'esistenza di elementi certi e precisi quali un procedimento esecutivo negativo (pignoramento negativo), la dichiarazione di irreperibilità del debitore , la morte del debitore stesso o l'assoggettamento del debitore a procedure concorsuali. A tale proposito il nostro gruppo è in grado di redigere apposita due-diligence per valutare i crediti del cedente e giustificare l'operazione di cessione.

Il ns. personale specializzato è a Vs. disposizione per informazioni, consulenze e preventivi.

› Visualizza il Sito